Politica

Tutti gli articoli con tag Politica

Un Italia che non vorrei

Pubblicato 19 maggio 2012 da farfallinas78

Purtroppo notizia di stamattina, sono scoppiati degli ordigni davanti una scuola di Brindisi, per il momento una morte certa di una ragazzina di appena 16 anni, un’altra ferita gravemente e molti, tanti, troppi, feriti.

Dicono che sia opera della mafia, della comunità organizzata, delle BR; dicono di tutto, non so a che cosa credere.

So soltanto che questo paese diventa ogni giorno di più un posto invivibile, dove non si vorrebbe mai far crescere i propri figli.

A che punto siamo arrivati? in quale punto stiamo andando? stiamo andando da qualche parte? o stiamo solamente affondando sempre più?

Non possono avere sempre la meglio il male e la cattiveria. Bisogna fare qualcosa.

Delusione

Pubblicato 18 ottobre 2011 da farfallinas78

Questo è il sentimento che in me prevale al momento.

Poteva essere una grande opportunità per mostrare di che pasta è fatta l’Italia realmente.

Invece … grazie a “quattro cretini”, abbiamo fatto l’ennesima figura di merda, siamo nuovamente sui tabloid mondiali non di certo per esserci distinti per civiltà.

Negli altri paesi la manifestazione ha avuto luogo in maniera del tutto pacifica, dimostrando le proprie idee e diritti.

In Italia è intervenuta la violenza, l’aggressività a rovinare la manifestazione al resto dei “seri” partecipanti.

Mi fa schifo tutto!

E soprattutto si fa strada in me il tarlo del dubbio … che ci sia lo zampino della politica anche in questi interventi ?!?

Il Belpaese

Pubblicato 13 ottobre 2011 da farfallinas78

Cosi era chiamato sino a qualche anno fa il nostro paese.

Quando si leggeva ”Made in Italy“ in un prodotto  significava possedere un oggetto di ottima qualità e manifattura. Significava avere l’eccellenza.

La moda italiana è stata da monito per gli altri paesi, un “must”, prodotti di altissima sartoria,e  la prima a lanciare l’”haute-couture”.

I prodotti della terra, genuini ed unici, che molti paesi sconoscono e non possono vantare.

L’Italia è un territorio variegato e variopinto, pieno di splendidi e svariati panorami, una delle poche penisole che possa vantare nello stesso territorio la possibilità di andare in montagna al mare senza per questo attraversare l’oceano.

Piena di grandi monumenti ed opere d’arte di grandi autori. Piena di artisti di ogni genere che hanno fatto la storia dell’arte stessa; sia essa letteraria, pittorica o statutaria.

L’Italia ha una storia antica di secoli che molte grandi potenze ci invidiano.

Degna di nota, valorosa.

La Bell’Italia non avrebbe nulla da invidiare ad alcun altra potenza mondiale!

Ma il condizionale è d’obbligo, perché invece l’abbiamo fatto diventare un paese famoso per gli imbrogli, i puttanieri, l’evasione fiscale e la mancanza di carattere sociale.

Lo abbiamo reso un paese facile da schernire. Preso di mira dalla satira internazionale.

Sei un comico vuole far ridere, basta nominare L’Italia e Berlusconi ed il gioco è fatto, non deve scervellarsi più di tanto.

Il nostro era un Belpaese … ma adesso di quel bel paese cosa è rimasto?!?

Lo sgradevole odore della fine.

Pubblicato 7 ottobre 2011 da farfallinas78

Non so come spiegarvi, ma spero di riuscirci.

Avverto, percepisco nell’aria dell’ufficio dove lavoro l’odore della fine!

L’ansia e l’incertezza di che fine faremo tra qualche mese assume dei contorni grotteschi.

Nessuno ci dà una risposta, nessuno ci parla chiaramente.

Nel contempo buttiamo sangue, non ci lamentiamo anche se siamo una mensilità indietro nei pagamenti, ma cercando di dare il tutto per tutto affinché l’azienda non debba chiudere e ci sia ancora da mangiare per tutti.

Ma nonostante tutto siamo dubbiosi.

Nonostante tutto avvertiamo che la fine è ormai imminente, ed ha un odore agre !

Nessuno di noi credeva di essere arrivato professionalmente nella propria vita, però in questo periodo storico particolare ci sentivamo in una posizione migliore rispetto a tanti precari.

Invece no! presto saremo peggio dei tanti precari in giro dell’Italia. Famiglie completamente stravolte. 

 non è che soltanto una delle tante storie che sentite/sentiamo ogni giorno.

 Ma fa male!

Soprattutto se si hanno tante, tantissime cose da pagare a fine mese e neanche un po’ d’aria per prendere respiro.

Non so che fine faremo e sinceramente tutti stiamo cercando oltre, ma come già detto, non c’è nulla al momento sul mercato lavorativo; quindi che fare?!? Pregare? Sperare? O semplicemente aspettare?!?

Il panzariello

Smanie e manie tra pupille e papille [un blog di cucina poco serio]

Lunadizucchero

Outfit e shopping

A PIU' MANI

... finestre sull'anima ...

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Suoni e Passioni

Siamo Musica

il volto verde

Musica, letteratura, cinema, poesia e quant'altro ci passa per la testa

Carlo Galli

Parole, Pensieri, Emozioni.

wwayne

Just another WordPress.com site

Un Blog un po' così

Diario semiserio per esorcizzare la quotidianità

femminile plurale

"Le persone istupidiscono all'ingrosso, e rinsaviscono al dettaglio" (W. Szymborska)

analectaconfuciani

''Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario''

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

valeriu dg barbu

©valeriu barbu

4incognite3equazioni's Blog

A topnotch WordPress.com site

Frequenze di Genere

Uomini e donne a grandezza naturale

Elisabetta Pendola, blogger per pochi

Le mie cicatrici sono come il sorriso sui sofficini