Considerazioni

Tutti gli articoli con tag Considerazioni

Donarsi…

Pubblicato 24 dicembre 2014 da farfallinas78

E’ una mia prerogativa, io alle persone mi dono, che siano amici, amori o familiari, è automatico per me, ma mentre negli amici e famiglia sono sempre stata fortunata e apprezzata, nell’amore ho solo ricavato amarezze.
Mi sento per nulla “meritata”!
Non voglio peccare di modestia, ma conosco un po’ il modo lì fuori e vedo in giro la qualità di persone che esiste nella maggioranza e come me ne conosco ben poche; eppure per assurdo sono valutate meglio chi meno da’, chi più ferisce e chi più è egoista!
Intendiamoci, non cambierei una sola virgola di come sono, ma soltanto come ogni fine di anno si fanno dei bilanci, delle valutazioni, ed il mio è che :
Non trovo persone attorno a me che meritano la donna che sono!
Non mi viene dato il giusto valore, e ciò mi delude e parecchio!
Ma nonostante tutto, non cambierò ed attenderò di ricevere la luce che merito!!!!

Chi l’avrebbe detto…

Pubblicato 3 agosto 2013 da farfallinas78

Snobbavo i neo-melodici da una vita, e adesso chi l’avrebbe mai detto che  alla mia tenera età dopo aver sentito questa canzone all’interno del film “Il principe abusivo” con Siani  (tra l’altro film spettacolare se non lo avete visto FATELO merita davvero!) li sto rivalutando … alcune sono delle bellissime poesie d’amore …  forse mi sto intenerendo troppo ?!?

Ah, se lo sapesse la mia famiglia molto probabilmente mi ripudierebbe 🙂

Un posto nel mondo

Pubblicato 29 giugno 2012 da farfallinas78

Di Fabio Volo ho letto tutti i suoi libri, dal primo “esco a fare due passi” sino all’ultimo “le primi luci del mattino”.

Sin dall’inizio mi sono innamorata del suo stile, un po’ ironico, un po’ autobiografico, indirizzato molto ai ragazzi della mia età; e l’ho amato molto probabilmente perché in molte cose che scrive mi ci rispecchio alla grande !

Sicuramente il suo stile è cambiato con gli anni e con la maturità acquisita, prima era molto più ironico il suo modo di scrivere più riflessivo in quelli dopo; però negli ultimi tempi mi ha un po’ deluso, perché ha puntato molto  sull’ erotismo nell’ultimo libro soprattutto.

Avevo già notato una propensione al virare verso l’erotico nel penultimo libro “il tempo che vorrei” dove racconta due aspetti della vita del protagonista, il primo relativo alla relazione travagliata con il padre (a mio avviso molto autobiografico e per questo molto sentito ed emozionante) ed un secondo riferendosi ad una relaziona d’amore mai finita davvero ma piuttosto caratterizzata dal sesso. Ho trovato molto emozionante e vera  la parte dove si parla del rapporto con il padre, il resto non mi ha dato nulla. Idem per l’ultimo libro “le prime luci del mattino” assolutamente imperniato sul sesso, e sulla riscoperta di una donna di se stessa proprio attraverso il sesso. Non mi è piaciuto.

Ma senza divagare oltre, quello di cui oggi vi voglio parlare è in assoluto il suo libro più bello; ovviamente per me! “Un posto nel mondo”.

Racconta la storia, come quasi sempre, di un trentenne che credendo di avere tutto in realtà si sente vuoto ed insoddisfatto, così tanto da cogliere al volo una proposta di un amico ormai da tempo trasferitosi in Brasile dove ha trovato l’amore e la fortuna.

Pertanto il protagonista molla tutto e tutti e va’ in Brasile alla ricerca di qualcosa che non sa di preciso.

E si troverà a fare sicuramente un lavoro meno remunerativo ma più appagante, dove si metterà a confronto con una nuova cultura e nuove persone che lo porteranno alla riscoperta di sé.

Non sapendolo di cercare, ha trovato quasi inconsapevolmente il suo posto nel mondo.

E forse perché anche io come il protagonista mi sento sempre fuori posto, non a mio agio nella vita che conduco giorno per giorno, che mi è piaciuto talmente questo libro. Mentre lo leggevo le lacrime mi scorrevano lungo il volto, mi sono immedesimata a tal punto in questo romanzo che sono riuscita a provare sulla mia pelle le singole emozioni descritte .

Come avevo chiaro il sentimento che lui provava di inadeguatezza, così mi è sembrato di percepire il suo stato d’animo nel momento in cui ha realizzato di aver trovato il suo posto nel mondo.

Anche io mi auspico prima o poi di trovarlo, per poter finalmente provare la bellissima sensazione di trovarsi al posto giusto nel momento giusto.

Insomma, trovare il “mio posto nel mondo”!

Buona lettura.

 

P.s. cosa ancor più bella che questo libro mi è stato regalato dall’amica più cara che ho, che come me era alla ricerca del suo posto nel mondo ed adesso dopo anni lo ha trovato!  🙂

Donne che corrono coi lupi.

Pubblicato 22 giugno 2012 da farfallinas78

Questa settimana voglio proporvi un saggio, “Donne che corrono coi lupi di Clarissa Pinkola Estès”  edito da Feltrinelli nell’anno 1993; questo è “must have”, scusatemi l’inglesismo ma rende l’idea, uno di quei libri che non può mancare nelle librerie delle nostre case, che consiglio vivamente di tenere a portata di mano, magari sul comodino accanto a letto e leggerlo e rileggerlo ogni qual volta se ne sente la necessità .

La scrittrice, famosa psicanalista, in quest’opera ci accompagna in un viaggio alla ricerca del proprio “io” selvaggio ormai sepolto da anni ed anni di proibizionismo e di stereotipi che la società ci ha imposto.

Attraverso un percorso di analisi della vita dei lupi, si vedrà poi così simile al carattere e comportamento della donna selvaggia, e la spiegazione di messaggi nascosti delle più vecchie e famose fiabe popolari ci permette di comprendere molto riguardo a noi stesse ed alle nostre origini.

Pagina dopo pagina ci si ritroverà alla scoperta di sé e della parte selvaggia che è dentro ognuna di noi, ci verranno dati dei veri e propri consigli su come accrescere la propria autostima e su come essere sempre noi stesse e non ciò che gli altri vogliono, pretendono da noi;  Ci permetterà di capire che molte scelte che abbiamo  effettuato nella nostra vita non sono in realtà delle scelte dettate dal nostro bisogno ma da tutto ciò che ci circonda, dai condizionamenti della società, delle persone che fanno parte della nostra vita; ci aiuterà in un certo qual modo anche a saper scegliere le persone che devono far parte della nostra vita, che ci accetteranno per ciò che siamo e non per ciò che loro pretendono da noi ed a far valere la nostra natura, amandoci per come siamo.

Un libro da assaporare pagina dopo pagina, riga dopo riga, parola per parola;

“per tutte le donne che corrono coi lupi, e per gli uomini che amano correre con le donne che corrono coi lupi”!

Buona lettura!

Chiusura 2011

Pubblicato 31 dicembre 2011 da farfallinas78

Eccomi qui a scrivere dopo una lunga assenza, mio malgrado.

Il periodo che ho passato non è stato assolutamente dei migliori, e sono stati due mesi durissimi questi ultimi per tutta la mia famiglia.

Ho avuto mia nipote nuovamente in ospedale, mi hanno licenziata dall’oggi al domani e le cose da pagare che aumentano.

Per fortuna adesso posso raccontarvi tutto ciò con il cuor leggero;

perchè mia nipote sta bene, io ho trovato subito un’altro lavoro ( che di questi tempi è un gran dono!)  e tutto sommato abbiamo passato un Natale sereno.

Il bilancio di fine anno non è positivo, ma neanche negativo; in fin dei conti è passato anche questo nel bene e nel male siamo ancora qui 🙂

Tanti auguri a tutti voi!

Non si finisce mai …

Pubblicato 24 novembre 2011 da farfallinas78

E’ proprio così, quando si pensa che si abbia un attimo di respiro, che ci sia un barlume di serenità, ecco arrivare l’uragano di “cose” brutte.

A lavoro le cose andavano male già da un bel pò; si rischia di chiudere e non ci pagano lo stipendio da un mese e mezzo e la situazione è diventata insostenibile; pertanto la mia serenità è andata a farsi benedire.

Ma la batosta finale l’ho avuta sabato mattina. Mia nipote grande è finita all’ospedale e ci è rimasta sino ad oggi!

Per fortuna ora sta bene e tutti gli accertamenti sono andati bene; rimane però il fatto che abbiamo avuto tanta paura e che per alcuni secondi abbiamo pensato di tutto ed abbiamo rivissuto il calvario di 3 anni.

Mi sono sentita morire, il cuore a pezzi, è tanta tristezza. In qualche modo siamo riusciti ancora una volta a raccontarla ed andiamo avanti.

Ma quanto ancora potremmo sopportare?!?

E soprattutto perchè il fato sembra a volte che si accanisca che certe persone, famiglie e cose?!?

Forse è la vita in fondo che è cosi per tutti … o forse no!

Ma mi sento davvero stanca.

Il panzariello

Smanie e manie tra pupille e papille [un blog di cucina poco serio]

Lunadizucchero

Outfit e shopping

A PIU' MANI

... finestre sull'anima ...

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Suoni e Passioni

Siamo Musica

il volto verde

Musica, letteratura, cinema, poesia e quant'altro ci passa per la testa

Carlo Galli

Parole, Pensieri, Emozioni.

wwayne

Just another WordPress.com site

Un Blog un po' così

Diario semiserio per esorcizzare la quotidianità

femminile plurale

"Le persone istupidiscono all'ingrosso, e rinsaviscono al dettaglio" (W. Szymborska)

analectaconfuciani

''Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario''

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

valeriu dg barbu

©valeriu barbu

4incognite3equazioni's Blog

A topnotch WordPress.com site

Frequenze di Genere

Uomini e donne a grandezza naturale

Elisabetta Pendola, blogger per pochi

Le mie cicatrici sono come il sorriso sui sofficini